Il recupero di materia

I materiali alternativi possono essere utilizzati per rimpiazzare le risorse naturali provenienti dalle attività estrattive (cave e miniere) come calcare, argilla e scisti che vengono portati a cottura nel forno. Alcuni esempi di materiali alternativi utilizzati sono i rifiuti non pericolosi provenienti da altri settori industriali, quali ad esempio talune ceneri volanti, gessi chimici e scorie d'alto forno, scaglie di laminazione, etc. Altri materiali utilizzati, che non sono classificati come rifiuti, ma che di fatto rappresentano sottoprodotti di altre attività, possono contribuire alla formazione del cemento sostituendo le materie prime naturali. Le caratteristiche chimiche dei residui utilizzati sono determinanti nell'assicurare l'apporto di componenti minerali fondamentali per la formazione del clinker. La parziale sostituzione del clinker nel cemento è un esempio di contributo positivo dell'industria del cemento europea nella gestione delle risorse naturali.

Recupero di materia da rifiuti - 2019

Descrizione CER Consuntivo (t/Anno)
Recupero materia da rifiuti (R5): 767.023,35
Sottoprodotti e end of waste: 826.117,53
Totale materie di sostituzione: 1.593.140,88
Tasso di sostituzione materie prime naturali: 6,7%
Sterili ed altri residui del lavaggio e della pulitura di minerali, diversi da quelli di cui alle voci 010407 e 010411 010412 3.601,00
Rifiuti prodotti dalla lavorazione della pietra, diversi da quelli di cui alla voce 010407 010413 36.164,50
Carbonato di calcio fuori specifica 020402 29,32
Sali e loro soluzioni, diversi da quelli di cui alle voci 060311 e 060313 060314 21,08
Fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 060502 060503 6.565,40
Rifiuti prodotti da reazioni a base di calcio nella produzione di diossido di titanio 061101 2.645,76
Rifiuti non specificati altrimenti 061199 1.533,11
Fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 070211 070212 615,72
Ceneri pesanti, scorie e polveri di caldaia (tranne le polveri di caldaia di cui alla voce 100104) 100101 18.777,12
Ceneri leggere di carbone 100102 294.963,15
Ceneri leggere di torba e di legno non trattato 100103 3.940,80
Rifiuti solidi prodotti da reazioni a base di calcio nei processi di desolforazione dei fumi 100105 108.292,69
Ceneri pesanti, scorie e polveri di caldaia prodotte dal coincenerimento, diverse da quelli di cui alla voce 100114 100115 7.284,62
Ceneri leggere prodotte dal coincenerimento, diverse da quelle di cui alla voce 10 01 16 100117 166,96
Scaglie di laminazione 100210 131.093,82
Rifiuti di allumina 100305 56.416,87
Forme e anime da fonderia utilizzate, diverse da quelle di cui alla voce 100907 100908 56.060,52
Altri particolati diversi da quelli di cui alla voce 100911 100912 417,53
Limatura e trucioli di materiali ferrosi 120101 814,93
Polveri e particolato di materiali ferrosi 120102 1.221,09
Rivestimenti e materiali refrattari provenienti da lavorazioni non metallurgiche, diversi da quelli di cui alla voce 161105 161106 3.594,29
Cemento 170101 1.146,28
Ceneri pesanti e scorie, diverse da quelle di cui alla voce 190111 190112 31.635,99
Fanghi prodotti da altri trattamenti delle acque reflue industriali, diversi da quelli di cui alla voce 190813 190814 4,80
Fanghi prodotti dai processi di chiarificazione dell'acqua 190815 16,00